REGOLAMENTO PER IL TRASPORTO DI PASSEGGERI ED AUTOVEICOLI AL SEGUITO 

Le presenti condizioni indicano le norme da applicare per il trasporto dei veicoli, dei passeggeri e dei loro effetti sulle unità appartenenti alla Gestour s.r.l. Tali norme sono da intendersi accettate integralmente dal passeggero all’atto dell’acquisto del titolo di viaggio che ne fa espresso richiamo. Il contratto ha ad oggetto il trasporto così come disciplinato dagli artt. 396 e seguenti del Codice della Navigazione ed, a partire dal 31.12.2012 anche dal Regolamento CE/392/2009 ,a cui, pertanto, si fa espresso rinvio per tutto quanto non previsto dal presente Regolamento. L’indicazione della nave che eseguirà il trasporto, è meramente indicativa essendo possibile la sostituzione con altra nave della società.

 

ART. 1 BIGLIETTI DI PASSAGGIO

Ogni passeggero deve munirsi, per viaggiare sulle motonavi Sociali, di regolare biglietto di passaggio, rilasciato dalle Biglietterie Sociali o da punti vendita all’uopo autorizzati. Il biglietto deve essere esibito all’imbarco al personale addetto completo della “copia per il passeggero” e del “tagliando di prenotazione – valido per l’imbarco”. Il biglietto è personale e non è cedibile ad altri; deve essere conservato per l’intera durata del viaggio ed esibito ad ogni eventuale richiesta del personale di bordo o di funzionari delle Società addetti al controllo. Il passeggero che da controllo risulti sprovvisto di biglietto o con un biglietto non conforme (per ora e data della corsa, tipologia, targa, trasportato o tariffa applicata) sarà tenuto al pagamento dell’intero importo del biglietto, a tariffa ordinaria, più una soprattassa pari all’importo del biglietto di cui sopra. Il biglietto passeggero è valido per il passaggio ponte; esso non garantisce posto a sedere.

ART. 2 VALIDITA’ DEL BIGLIETTO

I biglietti per veicoli e passeggeri sono validi esclusivamente per la corsa indicata; il mancato utilizzo non dà diritto ad alcun rimborso. La prenotazione può essere cambiata una volta sola almeno 24 ore prima della partenza. I clienti sono tenuti a controllare l’esattezza del biglietto emesso all’atto dell’acquisto. Non sarà accettato alcun reclamo successivamente alla partenza circa la corrispondenza dei titoli di viaggio acquistati.

ART. 3 ANNULLAMENTI – RIMBORSI

I biglietti emessi sono rimborsabili, alle seguenti condizioni: fino a 48 ore prima della partenza, con penale del 30 %; fino a 24 ore prima della partenza con penale del 50 % dell’importo pagato. Entro le 24 ore dalla partenza non è dovuto rimborso. I biglietti a tariffe speciali non sono rimborsabili, se non nel caso di mancata effettuazione della corsa, e non possono neppure essere modificati per altri collegamenti. I biglietti a tariffa gruppi non possono essere rimborsati parzialmente. Solo nel caso in cui la corsa per cui il biglietto è stato emesso non venga effettuata sarà possibile richiedere il rimborso totale del biglietto. Nel caso di mancata prestazione del servizio per cause imputabili alla Compagnia di navigazione, il passeggero che, nei sette giorni successivi alla cancellazione del servizio, intenda utilizzare il biglietto sulla stessa rotta, dovrà previamente recarsi in biglietteria per consentire l’emissione del nuovo biglietto. L’emissione avverrà senza l’applicazione di alcun sovrapprezzo. Nei medesimi casi, il passeggero che intenda ottenere il rimborso del prezzo, dovrà presentare alla biglietteria, nel medesimo termine di sette giorni sopra indicato, una richiesta in forma scritta corredata dal biglietto in originale, completo in ogni sua parte. La Compagnia di navigazione si impegna a rimborsare il prezzo del biglietto entro 15 giorni lavorativi dalla presentazione della richiesta.

ART. 4 RITARDATA PARTENZA

Il ritardo della partenza è disciplinato dall’404 del Codice della Navigazione a cui si rinvia. La Società non è responsabile per danni da mancata e/o inesatta esecuzione del trasporto qualora l’evento derivi da caso fortuito, forza maggiore, condizioni meteo-marine avverse, scioperi e guasti tecnici costituenti forza maggiore e/o altre cause non imputabili al vettore. In presenza di avvenimenti che possano compromettere la sicurezza della nave e/o dei passeggeri, il Comandante della nave ha la facoltà di modificare l’itinerario e/o sopprimere o ritardare la partenza. I tempi di traversata sono indicativi e calcolati sulla base della distanza fra i porti in condizioni meteomarine favorevoli. La Società non potrà essere ritenuta responsabile per ritardi dovuti alle operazioni portuali.

ART. 5 PRESENTAZIONE ALL’IMBARCO

I passeggeri con veicolo al seguito già in possesso del titolo di viaggio dovranno presentarsi almeno 30 minuti prima della partenza all’imbarco; decorso tale termine l’imbarco stesso non potrà più essere garantito. I passeggeri a piedi dovranno presentarsi all’imbarco almeno 15 minuti prima della partenza. I passeggeri con prenotazione effettuata da remoto (via call center o internet) dovranno effettuare obbligatoriamente il check-in alle biglietterie di scalo, almeno 1 ora prima della partenza prenotata esibendo la documentazione idonea a confermare l’esattezza dei dati affermati alla prenotazione. In caso di difformità la prenotazione sarà annullata e per l’imbarco sarà indispensabile acquistare un nuovo biglietto, previa verifica di disponibilità di posti a bordo.

ART. 6 MANCATA PARTENZA, IMPEDIMENTO E/O INTERRUZIONE DEL VIAGGIO DA PARTE DEL PASSEGGERO

Ai sensi del Codice della Navigazione, il passeggero, se non si presenta a bordo nel tempo stabilito, non ha diritto al rimborso del prezzo del biglietto. Al passeggero che non possa più partire per cause a lui non imputabili è dovuto il rimborso del biglietto di passaggio secondo le modalità di cui all’art. 3. L’impedimento dovrà essere notificato per iscritto alla Società, le biglietterie sociali o il punto vendita che ha emesso il biglietto. Se il passeggero interrompe il viaggio per fatto a lui imputabile, la Società non è tenuta dalla legge a riconoscergli alcun rimborso. L’impedimento e/o interruzione del viaggio non danno in ogni caso diritto al rimborso di eventuali diritti di prenotazione corrisposti dal cliente per l’acquisto di titoli di viaggio in prevendita.

ART. 7 SMARRIMENTO O FURTO DEL BIGLIETTO

Per biglietti smarriti o rubati non saranno rilasciati duplicati.

ART. 8 TARIFFE DI TRASPORTO

Le tariffe di trasporto sono quelle del tariffario in vigore presso le Società al momento del passaggio marittimo. Detto tariffario è consultabile, a richiesta dell’interessato, presso le biglietterie Sociali, i Comandi di bordo e gli uffici delle Società. Gli aventi diritto ad agevolazioni tariffarie dovranno esibire il relativo documento comprovante, oltre che all’atto di acquisto del biglietto, anche all’imbarco.

ART. 9 FATTURE

I biglietti non hanno valore fattura. Gli interessati ad ottenerla devono fare esplicita richiesta all’atto di acquisto del biglietto, comunicando i propri dati anagrafici e fiscali ai sensi dell’art. 22 del D.P.R. 633/72 e successive modifiche.

ART. 10 ORARI

Gli orari di partenza delle navi societarie, nonché gli itinerari di queste ultime, possono essere soggetti a variazioni, anche senza preavviso, per motivi tecnici non imputabili alla Società, per cause di forza maggiore, per giustificato motivo e/o per avvenimenti che possano compromettere la sicurezza della nave e/o dei passeggeri, nonché in conseguenza del traffico portuale oppure delle limitazioni imposte dalle competenti Autorità ed Enti.

ART. 11 IMPEDIMENTO DELLA NAVE - SOPPRESSIONE DELLA PARTENZA O MUTAMENTO DI ITINERARIO – INTERRUZIONE DEL VIAGGIO DELLA NAVE

Ai sensi del Codice della Navigazione, se la partenza della nave è impedita per cause non imputabili alla Società, il contratto è risolto e al passeggero sarà restituito il solo prezzo del biglietto corrisposto. Se la Società dovesse, per causa ad essa non imputabile, sopprimere la partenza della nave e, ove fosse possibile, il passeggero non intendesse avvalersi della facoltà di compiere il viaggio con altra nave della Società in partenza successivamente, il contratto è risolto e la Società sarà tenuta a rimborsare soltanto il prezzo versatole. Parimenti il passeggero potrà richiedere la risoluzione del contratto ove la Società dovesse mutare l’itinerario della nave arrecandogli pregiudizio. Se la Società dovesse, per giustificato motivo, sopprimere la partenza o mutare l’itinerario della nave, il risarcimento di eventuali danni subiti dal passeggero, qualora sia dovuto,non potrà eccedere il doppio del prezzo netto di passaggio. Se il viaggio della nave è interrotto per causa di forza maggiore no comunque non imputabile alla Società, il prezzo di passaggio è dovuto in proporzione del tratto utilmente percorso; tuttavia, la Società ha diritto all’intero prezzo se, in tempo ragionevole e a sue spese, procura al passeggero la prosecuzione del viaggio.

ART. 12 DISPOSIZIONI DI BORDO E AVVISI

Dal momento dell’imbarco e fino allo sbarco, il passeggero è tenuto ad uniformarsi alle disposizioni impartite dal Comando di bordo ed a quelle notificate tramite avvisi affissi nei vari locali delle motonavi Sociali. La Società non risponde di eventuali danni al passeggero per mancata osservanza di tali avvisi o disposizioni. Oltre al rispetto dei divieti e delle disposizioni, il passeggero è obbligato a tenere un comportamento tale da non recar danno o fastidio agli altri viaggiatori od al personale di bordo, o che addirittura pregiudichi la sicurezza della navigazione. Deve inoltre consegnare al Comandante della nave le armi che eventualmente porti con sé, per ritirarle solo al momento dello sbarco.

ART. 13 BAGAGLIO

Non è ammesso il trasporto di bagaglio non accompagnato. In caso di ritrovamento da parte del nostro personale di bagagli o colli non accompagnati, la Società provvederà al sequestro degli stessi. Sono considerati “bagagli a mano” i colli contenenti effetti personali, di peso non superiore a Kg. 10 e di dimensioni non superiori a cm 60X40X30 che viaggiano al seguito del passeggero. Per l’imbarco di colli di diversa tipologia è necessaria specifica autorizzazione del Comando di bordo; per bagagli di peso superiore ai 10 kg o di dimensioni eccedenti cm 60X40X30 andrà acquistato il relativo titolo di viaggio. E’ fatto comunque divieto di inserire nel bagaglio materie infiammabili o, comunque, pericolose, merce di contrabbando, lettere o plichi soggetti a tassa postale. Dell’inosservanza dei sopraindicati divieti i passeggeri sono responsabili nei confronti delle Autorità competenti e della Società stessa, che si riserva ogni azione di rivalsa per multe, ammende o danni nei quali dovesse, per dette inosservanze, incorrere. Il passeggero è tenuto alla custodia del bagaglio, e di quanto in esso contenuto, per tutta la traversata e fino al momento dello sbarco. Il bagaglio non può essere sistemato sulle poltrone o sui sedili a bordo. Qualsiasi reclamo per danneggiamenti e/o perdite di capi di bagaglio imputabili al vettore sarà trattato secondo quanto disposto dal Codice della Navigazione. La responsabilità della Società per il bagaglio non può, in ogni caso, superare i limiti di 100 kg. A persona per bagaglio non registrato, incluso quello eventualmente nel o sul veicolo al seguito. I reclami dovranno essere accompagnati da comprovante documentazione ed avanzati prima dello sbarco, in contraddittorio con il personale della Società. La Società non è responsabile per furto, perdita, smarrimento e/o danneggiamento di gioielli, denaro, documenti, manoscritti, apparecchi e materiale elettronico, valori ed oggetti di valore in qualsiasi luogo essi vengano tenuti a bordo. La Società non accetta alcuna responsabilità per bagaglio contenente oggetti che non siano effetti personali.

ART. 14 ANIMALI DOMESTICI

E’ consentito, sulle motonavi Sociali, il trasporto di piccoli animali domestici in gabbie o al guinzaglio o, comunque, in condizioni tali da non poter arrecare agli altri viaggiatori danno o disagio alcuno. Gli animali, comunque, non possono avere accesso ai saloni. I cani devono portare la museruola.

ART. 15 RECLAMI

In virtù del principio di buona fede nell’esecuzione del contratto, il passeggero ha l’onere di contestare immediatamente al personale di bordo ogni evento accidentale, danneggiamenti o lesioni che riguardino i passeggeri per le dovute annotazioni e dichiarazioni da presentare alle Autorità competenti ed affinché la società possa porvi tempestivamente rimedio (Art. 182 Codice della Navigazione). La società declina ogni responsabilità per fatti accaduti a bordo e non dichiarati al personale prima dello sbarco. Eventuali reclami non denunciati al personale di bordo, ma pervenuti alla società successivamente allo sbarco, non saranno presi in alcun modo in considerazione.

ART. 16 AUTOVEICOLI AL SEGUITO

Sulle motonavi Sociali gli autoveicoli possono viaggiare solo al seguito di passeggeri. E’ vietato l’imbarco, sulle motonavi sprovviste degli specifici requisiti tecnici, di autoveicoli che trasportino merci infiammabili, esplodenti, pericolose o nocive, o che eccedano i limiti di peso e le dimensioni ammissibili per la nave adibita. E’ obbligatorio dichiarare alla biglietteria e all’imbarco l’eventuale alimentazione a gas liquido. Gli autoveicoli non conformi, per dimensioni, alimentazione o trasportato, a quanto dichiarato perdono il diritto all’imbarco. L’imbarco e lo sbarco dell’autoveicolo avviene a cura e sotto la responsabilità diretta del conducente, secondo le direttive del personale addetto, e senza altri passeggeri a bordo. La Società non risponde di eventuali danni all’autoveicolo o alle persone durante le operazioni di imbarco e sbarco derivanti dall’inosservanza delle disposizioni di bordo o del presente Regolamento. L’ordine di imbarco e di sbarco compete esclusivamente al Comando di bordo. E’ vietato ai passeggeri l’accesso al garage durante la traversata e nel corso delle operazioni di ormeggio e disormeggio della nave. E' assolutamente vietato accendere il motore prima che siano state completamente aperte le rampe di sbarco.

 

ART. 17 AUTORITA’ DEL COMANDANTE

Tutte le persone a bordo sono soggette all’autorità del Comandante della nave, al quale è attribuito il potere disciplinare previsto dalla Legge (art.186, 1104 e 1129 del Codice della Navigazione). Il passeggero, dal momento dell’imbarco e fino allo sbarco, deve attenersi alle disposizioni date dal Comando di bordo; inoltre deve improntare il suo comportamento alla comune diligenza e prudenza, vigilando sulla sicurezza ed incolumità propria, delle persone e degli animali che sono sotto la sua custodia, nonché sulla sicurezza delle proprie cose.

 

ART. 18 NORMATIVA DI LEGGE

Per tutto quanto non contemplato dal presente Regolamento si fa riferimento alla normativa del Codice della Navigazione.

ART. 19 FORO COMPETENTE

Per qualsiasi controversia che dovesse insorgere in ordine all’applicazione o all’interpretazione del presente Regolamento, il Foro competente per territorio è in via esclusiva quello di Napoli, fermo restando il Foro inderogabile previsto dalla legge italiana a tutela del consumatore.